Contatti

Ufficio Ambiente e Sicurezza

tel. 045 8099450-483-501-468
fax 045 8026906
ambiente@confindustria.vr.it
Home Page
ultimo aggiornamento 05/30/2012
VERIFICHE PERIODICHE SU ATTREZZATURE E SU IMPIANTI
Il Datore di Lavoro ha l’obbligo, secondo quanto stabilito dal comma 11 dell’Art. 71 del D.Lgs. 81/08, oltre a quanto previsto dal comma 8, di sottoporre:

le attrezzature di lavoro riportate in ALLEGATO VII a verifiche periodiche volte a valutarne l’effettivo stato di conservazione e di efficienza ai fini di sicurezza, con la frequenza indicata nel medesimo allegato. La prima di tali verifiche è effettuata dall’ISPESL che vi provvede nel termine di 60 giorni dalla richiesta, decorso inutilmente il quale il datore di lavoro può avvalersi delle ASL e di soggetti pubblici o privati abilitati con le modalità di cui al comma 13. Le successive verifiche sono dai soggetti di cui al precedente periodo, che vi provvedono nel termine di 30 giorni dalla richiesta, decorso inutilmente il quale il datore di lavoro può avvalersi di soggetti pubblici o privati abilitati con le modalità del comma 13.”

CEVI – Servizi per Ambiente Sicurezza avvalendosi di Organismi certificati e abilitati, garantisce la copertura di più settori, secondo normativa vigente, in ambito di verifiche periodiche.

1. Verifiche periodiche e straordinarie di dispositivi di messa a terra di impianti elettrici, di dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche e di impianti elettrici installati in luoghi con pericolo di esplosione

Nello specifico, vengono messi a disposizione i servizi di ispezione resi obbligatori dal Decreto del Presidente della Repubblica 22 ottobre 2001, n. 462 che definisce i procedimenti attuativi per la denuncia di nuove installazioni di impianti elettrici di messa a terra e di dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche ed i procedimenti attuativi per la verifica periodica degli stessi.Il datore di lavoro è tenuto ad effettuare regolari manutenzioni a tali dispositivi, nonché a sottoporli a verifica periodica ogni cinque anni, ad esclusione di quelli installati in cantieri, locali adibiti ad uso medico e negli ambienti a maggior rischio di incendio, per i quali la verifica rimane biennale.Per l’effettuazione delle verifiche, il datore di lavoro può rivolgersi indifferentemente all’Asl o ARPA (Enti pubblici con funzione di vigilanza) ovvero ad organismi di ispezione (privati) autorizzati dal Ministero delle attività produttive. A seguito della verifica, viene rilasciato il relativo verbale che deve essere conservato ed esibito a richiesta dagli Organi di vigilanza.Per tali adempimenti si mettono a disposizione in allegato, a condizioni agevolate previste da apposita convenzione, i servizi di ispezione effettuati dalla Società accreditata “Eurofins - Modulo Uno SpA”, autorizzata dal Ministero delle attività produttive come organismo di ispezione di “Tipo A”.Per dare maggiore sviluppo alla iniziativa si è riconosciuto, a partire dal 2006, uno sconto sul tariffario fino al 30% per le Aziende associate a Confindustria Verona.

2. Controllo della messa in servizio di attrezzature e insiemi a pressione e Verifiche periodiche

La messa in servizio ed l’utilizzazione delle attrezzature e insiemi a pressione sono regolamentate dal Decreto Ministeriale n.329 del 1 dicembre 2004. Il Decreto si applica:

        • alle attrezzature ed insiemi a pressione;
        • ai recipienti contenenti liquidi in pressione;
        • ai recipienti contenenti vapore d’acqua o vapori

    Le Aziende interessate, attraverso la compilazione del modulo allegato, possono richiedere un’offerta per le verifiche funzionali e/o interne e/o di integrità con rilascio rapporto di ispezione, per l’esecuzione dei controlli non distruttivi (indagini spessometriche, liquidi penetranti, ecc.) e per la valutazione dello stato di conservazione ed efficienza dei recipienti per liquidi e tubazioni di cui dell’art. 16 del DM 329/04.

    Allegati

    Contatti

    Ufficio Ambiente e Sicurezza

    tel. 045 8099450-483-501-468
    fax 045 8026906
    ambiente@confindustria.vr.it