Home Page
ultimo aggiornamento 08/27/2015
Masi, sguardo al Friuli e al Trevigiano
VINO. I progetti di espansione dell'azienda. Soddisfazione per i risultati del titolo, dopo due mesi di Borsa
Una nuova tenuta, «Canova», aperta a fine luglio a Lazise e uno sguardo attento al Friuli, che potrebbe essere terreno di ulteriori insediamenti aziendali per un nuovo marchio, a conferma dei progetti anticipati in occasione della quotazione in Borsa avvenuta a fine giugno. «È ancora presto» per fare nomi di aziende, ma il presidente di Masi Agricola, Sandro Boscaini, ribadisce l'idea dell'azienda di Gargagnago di Valpolicella di «mettere il cappello», se possibile, anche sul Friuli Venezia Giulia o sulla provincia trevigiana, «le uniche zone del Triveneto in cui ancora non ci sono proprietà aziendali». Il disegno rientra peraltro nelle possibilità dichiarate a Milano il giorno dell'ingresso a Piazza Affari della matricola Masi: e, a parte le turbolenze internazionali dell'ultimo periodo e dell'altro giorno in particolare, in cui sono stati trascinati in basso dalla Cina mercati e titoli di tutto il mondo, Sandro Boscaini si dichiara soddisfatto dei risultati raggiunti (in un mese e mezzo il titolo, nel segmento Aim, si era apprezzato quasi del 10%, ieri ha chiuso a 4,88) e intende portare avanti tutti i progetti in cantiere tra i quali, appunto, «nuove aziende o tenute nel Triveneto che abbiano un forte marchio potenziale, ancora non totalmente espresso, da portare in vari Paesi esteri, collocato nel segmento medio-alto o alto di mercato e di redditività, in linea anche con i nostri numeri. Non c'è ancora nulla di definito, ma essendo già presenti nel Veronese e in Trentino», aggiunge, «rimangono ora il Friuli Venezia Giulia e la provincia di Treviso. Possediamo già 100 ettari di vigneto a Refosco nella zona delle Grave del Friuli (Udine); trovare nel Colli un'azienda storica, o perlomeno con un radicamento consolidato nel Triveneto, sarebbe una buona sinergia». Per il presidente, deve trattarsi comunque di aziende interpreti del patrimonio delle Venezie e con un prestigio, una storia e un brand noti. Nel frattempo è stata inaugurata nel Veronese, a Lazise, la tenuta Canova, con edifici risalenti al 1700, in cui si è celebrata anche la festa per i 50 anni del Campofiorin, e in cui si svolgerà una serie di appuntamenti per facilitare il contatto diretto coni consumatori."

Da L'Arena, 26 agosto 2015

Contatti

Area Relazioni Associative

tel. 045 8099452
fax 045 590327
organizzazione@confindustria.vr.it