Contatti

Ufficio Finanza e credito

tel. 045 8099413-469
fax 045 8041657
finanza@confindustria.vr.it
Ricerca
Credito Finanza Assicurazioni
Notizia n. VR17.1310 - del 10/04/2017
Usura: i parametri del IV° Trimestre 2017

In breve

E’ disponibile la tabella relativa ai parametri che definiscono il reato di usura da applicare dal 1° ottobre 2017 al 31 dicembre 2017 (pubblicata nella G.U. 229 del 30/09/2017 su decreto del MEF del 25/09/2017).

Approfondimenti

La validità dei tassi soglia

La L. 108/1996, volta a contrastare il fenomeno dell’usura, prevede che “siano noti con cadenza trimestrale i tassi effettivi globali medi (TEGM), comprensivi di commissioni, spese e remunerazioni a qualsiasi titolo connesse con la tipologia di finanziamento praticati dalle banche e dagli intermediari finanziari”.

Il Decreto Ministeriale fissa i tassi soglia, per 13 tipologie di operazioni finanziarie, oltre i quali scatta automaticamente il reato di usura. Dal 01° Luglio 2011 è entrato in vigore un nuovo modello di calcolo del valore di soglia previsto con D.L. 70 del 13 Maggio 2011 che ha modificato radicalmente il precedente sistema.

La tabella rimarrà in vigore dal 1.10.2017 al 31.12.2017.

La modifica del modello di calcolo dei tassi di soglia

Dal 01° Luglio 2011 è entrato in vigore un nuovo modello di calcolo del valore di soglia previsto con D.L. 70 del 13 Maggio 2011, che ha modificato radicalmente il precedente sistema di misurazione. Il nuovo modello prevede che i tassi medi rilevati vengano aumentati di un quarto a cui si aggiunge un ulteriore margine pari al 4,00%. La differenza fra il tasso medio ed il valore soglia non può superare gli otto punti percentuali.

Suggerimenti per l’utilizzo della tabella

Raccomandiamo di confrontare le condizioni attualmente applicate dal sistema bancario (o che saranno note alla fine del trimestre con l’invio dei prospetti di sintesi , scalari, e/c…) con la griglia allegata, tenendo conto che i tassi indicati nel Decreto Ministeriale sono già comprensivi di spese e commissioni (Es: Commissione DIF, CMS, Spese tenuta c/c, Commissioni Presentazioni Ri.Ba., Spese Gestione/Chiusura Anticipi import/export, Spese di Istruttoria Veloce…), mentre quelli comunicati dalle banche dovranno invece essere incrementati di tali oneri e spese.

Ricordiamo che i Tassi Effettivi Globali Medi non comprendono gli eventuali interessi di mora per eventuali pagamenti. Un’indagine del 2002 condotta su questo tema da Banca d’Italia aveva rilevato un valore di maggiorazione pari al 2,1%.

Allegati

Contatti

Ufficio Finanza e credito

tel. 045 8099413-469
fax 045 8041657
finanza@confindustria.vr.it