Contatti

Ufficio Internazionalizzazione, logistica e trasporti

tel. 045 8099447-429-457
fax 045 8041656
estero@confindustria.vr.it
Percorso: Home > Canali Tematici - Internazionalizzazione > Notiziario
Internazionalizzazione
Appuntamento in agenda
L’origine dei prodotti agroalimentari tra Nuovo Codice Doganale e tutela del Made In

Luogo

Confindustria Verona

Data

11/18/2016 09:30 AM

Breve

Confindustria Verona, in collaborazione con l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e l’Associazione per lo Studio del Diritto Doganale ha organizzato un incontro tecnico per approfondire le novità introdotte dal nuovo Codice Doganale Comunitario in tema di origine dei prodotti alimentari. Relatori esperti della materia hanno illustrato quali siano le regole per l’attribuzione della dicitura Made in Italy, le sanzioni previste per chi utilizza questa leva commerciale in modo sleale e le frodi più comuni. Al termine della fase seminariale si è svolta una tavola rotonda cui hanno preso parte tre importanti aziende agroalimentari del veronese che illustreranno la loro esperienza.

Testo

Mai come in questo periodo l’attenzione dei mass media è puntata sul comparto alimentare, non solo per la continua evoluzione della normativa nazionale a tutela del Made in Italy, ma anche per l’entrata in vigore di nuove norme regolamentari di provenienza comunitaria.

Assume particolare rilevanza in questo ambito il problema dell’indicazione di origine dei prodotti, divenuta ormai tra le informazioni più rilevanti che orientano le scelte dei consumatori. Tale dicitura è un’importante leva commerciale per gli imprenditori che intendono difendere i principi di leale e trasparente concorrenza. Fondamentale importanza riveste conseguentemente l’Autorità di controllo e il regime sanzionatorio previsto dall’ordinamento.

Questo incontro dunque permesso un confronto tra gli esperti della materia, gli imprenditori e l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, cui spetta la competenza primaria per l’applicazione delle norme doganali sull’origine.

Il Prof. Fabrizio Marrella, ordinario di Diritto Internazionale all’Università Ca’ Foscari, ha coordinato gli interventi del Dott. Maurizio Montemagno (Direttore Centrale Antifrode e Controlli, Agenzia delle Dogane), che ha illustrato le novità apportate al tema dal nuovo Codice Doganale Comunitario e le previsioni del sistema sanzionatorio doganale, del Dott. Paolo Marini (Federolio), che ha approfondito il concetto di ultima trasformazione sostanziale e tutela del made in Italy nel settore agroalimentare, e del Dott. Fabio Brusa (Logos Avvocati Venezia), che si è focalizzato sulla riforma dei reati alimentari e la definizione di frode dell’origine.

A seguire Antonio Boschetti, Direttore de “L’informatore agrario”, ha moderato una tavola rotonda cui parteciperanno Edoardo Francesco Mazzilli (Ufficio Investigazioni della Direzione Centrale Antifrode e Controlli Agenzia delle Dogane e dei Monopoli), Fabio Brusa (Logos Avvocati), Andrea Rigoni (A.D. di Rigoni di Asiago Srl), Filippo Ceffoli (A.D. di Vicenzi Spa) e Christian Scrinzi (Direttore enologico e di produzione Gruppo Italiano Vini Spa).

Si allega il programma con il dettaglio degli interventi.

Per informazioni: Ufficio Internazionalizzazione, Logistica e Trasporti (e-mail estero@confindustria.vr.it; tel. 045-8099447,429,457).

Allegati

Programma (file .pdf - 122Kb)

Contatti

Ufficio Internazionalizzazione, logistica e trasporti

tel. 045 8099447-429-457
fax 045 8041656
estero@confindustria.vr.it