Contatti

Ufficio Internazionalizzazione, logistica e trasporti

tel. 045 8099447-429-457
fax 045 8041656
estero@confindustria.vr.it
ultimo aggiornamento 03/19/2014
BREXIT

La Brexit è ufficiale. L’UK dal 1° febbraio è ufficialmente fuori dall’UE. Inizia il periodo di transizione, che terminerà il 31 dicembre 2020.

Si è entrati nella fase 2 delle trattative: negoziare le future relazioni UE-UK. L'obiettivo dell'UE sarà scongiurare un No Deal al 31 dicembre 2020.

Vai al Daily Brief per seguire giornalmente gli sviluppi

Comunicato stampa

Testo dell'accordo


A seguito della Brexit, le relazioni fra UE e Regno Unito sono attualmente regolate dall’Accordo di recesso, entrato in vigore il 1° febbraio 2020. A norma dell'art. 5 di tale Accordo, le due parti devono astenersi da qualsiasi misura che possa mettere in pericolo la realizzazione dei suoi obiettivi e collaborare in buona fede nell'adempimento degli obblighi da esso derivanti.

Dal comunicato stampa europeo: "L'accordo di recesso fornisce una soluzione giuridicamente operativa che evita un confine fisico in Irlanda, protegge l'economia dell'isola e l'accordo del Venerdì Santo in tutte le sue dimensioni e salvaguarda l'integrità del mercato unico, con l'obiettivo di proteggere la pace e la stabilità.(..)
L'accordo di recesso conferisce certezza giuridica laddove invece il ritiro del Regno Unito dall'UE ha creato incertezza: i diritti dei cittadini, la soluzione finanziaria, un periodo di transizione a almeno fino alla fine del 2020, governance, protocolli su Gibilterra e Cipro, nonché una serie di altre questioni relative alla separazione."

Il 9 settembre 2020, il governo UK ha presentato un progetto di legge ("Internal Market Bill") che, se adottato, costituirebbe una palese violazione del Protocollo su Irlanda/Irlanda del Nord (uno degli aspetti fondamentali dell'accordo di "divorzio"), perché consentirebbe al Regno Unito di non tener conto degli effetti giuridici delle disposizioni del Protocollo. Il 1° ottobre 2020, la Commissione europea ha avviato formalmente una procedura di infrazione nei confronti del Regno Unito, attualmente ancora nella fase di pre-contenzioso. Il suo esito dipenderà dall’andamento delle trattative, in assenza di un accordo UE-UK la questione potrà arrivare alla Corte di Giustizia europea.


Getting ready for the end of the transition period
Pagina web curata dalla Commissione europea per prepararsi al termine del periodo di transizione (31 dicembre 2020) - aggiornata al 6 ottobre 2020

Dichiarazione Congiunta Confindustria - Medef - BDI
Dichiarazione dei Presidenti delle principali associazioni industriali di Germania, Italia e Francia - 14 ottobre 2020


AGGIORNAMENTI BREXIT - Daily brief

Questa sezione nasce con l’intento di supportare le imprese nella comprensione del procedimento di uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, valutando gli impatti che la BREXIT avrà sull’operatività delle attività di business col Paese.

Cronistoria della Brexit ad opera del sito web del Consiglio dell'Unione Europea
Una descrizione dettagliata dell'avanzamento della Brexit nel difficile stato attuale è fornita dal sito della BBC.
Infografica dal Centro Studi Confindustria - Brexit Begins - Ha inizio la Brexit

Lista di controllo sulla preparazione alla Brexit della Commissione europea per le imprese che intrattengono relazioni commerciali con il Regno Unito (30/10/2020):
Lista di controllo Brexit per il 01-01-2021.pdfLista di controllo Brexit per il 01-01-2021.pdf

Nota alla consultazione: Lasciamo in questa sezione la documentazione caricata sull'argomento nel corso del biennio di preparazione alla Brexit.

Brexit in pillole : sezione del sito dell'Agenzia ICE a supporto degli esportatori italiani

ARGOMENTI

28/02/2019 - Impatto della Brexit sul settore vino
10/04/2019 - Autotrasporto merci internazionale. Regno Unito. Istruzioni per la sicurezza di conducenti e merci in relazione alla Brexit
28/01/2020 - Autotrasporto merci internazionale. Regno Unito. Recesso UK dall'UE con periodo transitorio e validità licenza comunitari
26/02/2019 - Lavoratori europei nel Regno Unito e trasferte nel Paese - ipotesi di trattamento in caso di assenza di accordo con l’UE (hard Brexit)
01/02/2019 - Requisiti sanitari e fitosanitari in caso di no deal - avvisi informativi della CE sulla preparazione di recesso disponibili anche in lingua italiana
18/02/2019 - Trasferimento dei dati personali dallo Spazio Economico Europeo al Regno Unito in caso di no-deal
17/01/2020 - Brexit: la partecipazione del Regno Unito ad Horizon Europe
30/01/2020 - Guida per le imprese e le organizzazioni detentrici di marchi UE alla fine del periodo di transizione
06/02/2020 - INPS: Recesso, con accordo, del Regno Unito dall’Unione europea - Istruzioni operative
21/02/2020 - Nuova politica migratoria post-Brexit - apre sportello per gli italiani a Londra
22/04/2020 - Round negoziali UE - UK
01/07/2020 - Dogane - Open hearing Brexit
02/07/2020 - Strumenti per aderire all'EU Settlement Scheme - traduzione in Italiano
15/07/2020 - Relazioni UE - UK, Comunicazione UE sulla "readiness"
15/10/2020 - Dichiarazione Congiunta Confindustria - Medef - BDI

Marcatura di prodotti: il marchio UKCA sostituirà la marcatura CE

Il marchio UKCA (valutazione di conformità UK) è il nuovo marchio che sarà usato per i beni immessi sul mercato della Gran Bretagna (Inghilterra, Galles e Scozia). La sua apposizione testimonierà che il prodotto è conforme a tutti i requisiti legislativi del Regno Unito applicabili e chele procedure di valutazione della conformità sono state completate con successo.

Maggiori informazioni: Dazi applicati ai prodotti europei importati in UK in caso di hard Brexit

La Commissione europea aveva definito nel mese di novembre 2018 un piano d’emergenza collettivo, un calendario di lavoro comune tra i ventisette Stati membri dell’UE. Si trattava di misure destinate a "contenere i danni" e riguardanti molti aspetti cruciali dei rapporti tra il Regno Unito e l'Ue, in particolare per il funzionamento dei servizi finanziari, del trasporto aereo e di quello terrestre e delle dogane.

Brexit: gli impatti per le imprese - sezione di approfondimento con documenti e link utili, azioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dell'Agenzia delle Dogane e della Commissione europea. La nota del Centro Studi di Confindustria (CSC).

Accordo Confindustria Veneto e Direzione Interregionale dell’Agenzia delle Dogane per uno sportello informativo a supporto delle aziende


Agosto 2019 - Brevi FAQ sulla Brexit
Documento predisposto dal Department for Exiting the European Union del Governo Britannico e tradotto dall’Ufficio Ice di Londra contenente informazioni di carattere strettamente operativo sulle procedure doganali che dovranno essere espletate dalle aziende che esportano nel Regno Unito, nel caso di un’uscita dall’UE senza accordo. Il documento è redatto sotto forma di domanda e risposta e approfondisce le procedure relative ai diversi regimi doganali e i cambiamenti che interverranno in termini di documentazione e controlli previsti, oltre a dedicare una parte specifica all’importazione di beni alimentari.

Short Straits Questions and Answers Final document V1 - ITA.pdf


Confindustria Verona segue con attenzione il tema Brexit e gli impatti sul business delle aziende.
Al fine di facilitare le proprie associate nel rivolgere all’Associazione i quesiti di interesse sul tema, sono stati attivati i seguenti contatti:
info.brexit@confindustria.vr.it

Ufficio Internazionalizzazione, Logistica e Trasporti
tel. 045 8099447

Allegati

Contatti

Ufficio Internazionalizzazione, logistica e trasporti

tel. 045 8099447-429-457
fax 045 8041656
estero@confindustria.vr.it