Contatti

Ufficio Finanza e credito

tel. 045 8099413-469
finanza@confindustria.vr.it
Credito Finanza Assicurazioni
ultimo aggiornamento 05/21/2020
FINTECH
L’emergenza sanitaria si sta trasformando inevitabilmente in emergenza economica e finanziaria per la maggioranza delle imprese. Nello specifico la contrazione delle vendite, unita alla più lenta e difficile capacità aziendale di riduzione dei costi fissi, ha come effetto immediato il peggioramento dei margini con immediate ripercussioni in ambito finanziario accentuate da magazzini stabili per stock invenduti.

Per superare questa fase di necessità le aziende si stanno rivolgendo ai propri istituti di credito d’appoggio per ottenere la finanza prevista come necessaria. Le banche stanno reagendo a tali richieste cercando di avvalersi degli strumenti in particolare di garanzia statali messi a disposizione con i recenti decreti.

E’ ipotizzabile che gli istituti di credito non riusciranno a supportare integralmente questa ingente richiesta di liquidità proveniente dal sistema imprese o quanto meno che non riusciranno nei tempi brevi richiesti dalle aziende.

Gli istituti di credito infatti potrebbero valutare il merito di credito delle aziende richiedenti come non sufficiente per la concessione di nuova finanza e potrebbero non avere la struttura per istruire in tempi brevi l’ingente mole di pratiche presentate in un brevissimo lasso di tempo.

OBIETTIVO:

Il presente progetto ha l’obiettivo di individuare un canale complementare a quello bancario per l’approvvigionamento di nuova finanza per le aziende.

PROGETTO

A tale scopo Confindustria Verona ha preso contatto con alcune piattaforme Fintech che possono reperire liquidità da investitori istituzionali nazionali ed esteri quali ad esempio fondi di gestione del risparmio, fondi di investimento alternativi, assicurazioni, per erogare tale liquidità alle aziende richiedenti sotto forma di factoring, direct lending, minibond, smobilizzo del magazzino o equity.

Le richieste da parte delle aziende sono soggette ad istruttoria creditizia: gli analisti della piattaforma verificano se l’azienda è ammissibile ed il progetto sostenibile per l’erogazione di un finanziamento diretto. Ogni piattaforma ha diverse regole di ingaggio ed ammissibilità di aziende e progetti.

A seconda della complessità dell’operazione i costi possono variare, ed essere mediamente più alti del tipico finanziamento bancario, in funzione ad esempio della durata e dell’utilizzo dei proventi. Tipicamente però tali piattaforme hanno i vantaggi di istruire le richieste di finanza in tempi brevi grazie a procedure standardizzate e filiere molto brevi nella valutazione del merito di credito. Per molte delle soluzioni di finanziamento non è inoltre prevista segnalazione in Centrale rischi.

Confindustria Verona ha sottoscritto degli accordi con Credimi, Epic ed October con lo scopo di creare dei canali diretti con i loro professionisti ed ottenere delle condizioni economiche agevolate per le aziende associate.

Altre piattaforme potrebbero aggiungersi in futuro alla rete creata da Confindustria Verona che continuerà a cercare altri operatori che possano supportare le aziende associate.

Le citate piattaforme sono state selezionate sulla base delle caratteristiche delle aziende target e delle operazioni finanziabili operando una sintesi delle stesse. Fornendo alcuni semplici dati quali la partita IVA e le caratteristiche dell’operazione richiesta, a seconda della tipologia di operazione è possibile avere in brevissimo tempo un primo feedback sulla ammissibilità della richiesta.

SCOPRI DI PIÙ SULLE TRE PARTNERSHIP

Contatti

Ufficio Finanza e credito

tel. 045 8099413-469
finanza@confindustria.vr.it