Contatti

Ufficio Finanza e credito

tel. 045 8099413-469
finanza@confindustria.vr.it
Ricerca
Percorso: Home > Notiziario
Home Page
Notizia n. VR20.0022 - del 01/10/2020
Contributi camerali anno 2019 "Incentivi alle PMI per l'innovazione tecnologica". Approvazione elenco beneficiari Misura A e B

In breve

Con Determinazione n° 549 del 19 dicembre 2019 la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Verona (C.C.I.A.A.) ha approvato l'elenco dei beneficiari dei contributi camerali per il bando 2019 "Incentivi alle PMI per l'innovazione tecnologica" per la Misura A e Misura B.

Approfondimenti

In considerazione dei fondi che la C.C.I.A.A.di Verona ha stanziato su tale bando pari a € 1.700.000,00 suddivisi in 1.300.000,00 per la Misura A e 400.000,00 per la Misura B, è stato prenotato il contributo soltanto alle prime 592 imprese in graduatoria per la misura A e alle prime 75 imprese per la Misura B. Tali aziende a breve riceveranno dalla CCIAA di Verona un'apposita comunicazione. Precisiamo che le ultime 3 posizioni agevolate per la Misura A e le ultime 2 per la misura B sono state destinatarie di un "importo liquidabile per esaurimento fondi " e quindi ridotto rispetto a quello spettante.

Suggeriamo a tutte quelle imprese ammesse al contributo ma sospese per esaurimento dei fondi (dalla posizione n. 593 alla n. 638 per la Misura A e dalla posizione n. 76 alla n. 151 per la Misura B) di procedere comunque alla rendicontazione, potendo risalire nella graduatoria nel caso in cui le aziende che le precedono non realizzino l’investimento su cui è stato prenotato il contributo.

Si ricorda che:

- potranno essere ammesse a contributo solo le spese fatturate e quietanzate a partire dal 17 settembre 2019 fino al 2 marzo 2020. Non saranno prese in considerazione fatture o acconti datati precedentemente al 17 settembre 2019.

- saranno escluse totalmente dall’erogazione del contributo le imprese che realizzino il progetto in misura inferiore all’ 80% rispetto a quello ammesso a contributo, fermo restando il limite minimo previsto per ciascuna Misura (€ 5.000,00 al netto dell'IVA e di eventuali altre imposte e tasse per la Misura A e € 30.000,00 sempre al netto dell'IVA e di eventuali altre imposte e tasse per la Misura B) nonchè le imprese che presenteranno, in sede di rendicontazione, fatture il cui importo superi del 10% quello ammesso a contributo.

- alla data di presentazione della rendicontazione le imprese dovranno essere in regola con il diritto annuale camerale (art. 5 comma 2 del Regolamento).


- la documentazione utile alla rendicontazione dovrà essere inviata telematicamente alla CCIAA di Verona entro e non oltre le ore 21.00 del 6 aprile 2020 pena la decadenza del contributo.

Alla rendicontazione dovrà essere allegata la seguente documentazione:

1. dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà di cui all’art. 47 D.P.R. 445/2000 firmata digitalmente dal titolare/legale rappresentante dell’impresa o dal soggetto delegato, in cui siano indicate le fatture e gli altri documenti di spesa riferiti all’iniziativa, rispondenti fedelmente, in termini di tipologia d’investimento, ai preventivi prodotti in sede di presentazione della domanda di contributo, con tutti i dati per la loro individuazione e con la quale si attesti la conformità all’originale delle copie dei medesimi documenti di spesa, contenente, in particolare, la relazione scritta del programma dell’investimento realizzato e la dichiarazione d’impegno a non alienare i beni oggetto dell’investimento per un periodo di almeno 3 anni a partire dalla data di fatturazione degli stessi;

2. copie delle fatture e degli altri documenti di spesa di cui al punto 1, debitamente quietanzati (per la quietanza delle fatture non verrà considerato valido ai fini del pagamento la cessione, al fornitore o a terzi, di beni usati a parziale/totale compensazione dell’importo delle fatture ammesse a contributo) – nel caso di fornitori aventi sede nel territorio italiano saranno ammessi a contributo esclusivamente gli investimenti fatturati da produttori e/o rivenditori regolarmente abilitati ed iscritti al registro delle imprese, pena l’esclusione dal contributo;

3. copie dei pagamenti effettuati esclusivamente mediante transazioni bancarie verificabili (ri.ba., assegno, bonifico, etc… – per quietanza si intende copia dei documenti bancari attestanti il pagamento e, nel caso di assegno, copia dell’estratto conto da cui risulti l’addebito e copia dell’assegno o della relativa matrice).

4. copia della dichiarazione antiriciclaggio per l'identificazione e l'adeguata verifica della clientela.

Non sarà liquidato alcun contributo ai soggetti che al momento dell'erogazione risultino avere forniture in essere con la Camera di Commercio di Verona.

Sarà facoltà dell’Ente camerale richiedere all’impresa tutte le integrazioni ritenute necessarie per un corretto esame della rendicontazione prodotta, con la precisazione che la mancata presentazione di tali integrazioni, entro e non oltre il termine di 20 giorni dalla ricezione della relativa richiesta, comporta la decadenza del contributo.

La liquidazione del contributo sarà, altresì, subordinata alla verifica del documento unico di regolarità contributiva (D.U.R.C.) che verrà acquisito d’ufficio secondo quanto previsto dalla normativa vigente.

Si allegano oltre alle graduatorie ed al bando, le linee guida operative per la trasmissione telematica della rendicontazione e la relativa modulistica.

Link ad altri documenti

Allegati

Contatti

Ufficio Finanza e credito

tel. 045 8099413-469
finanza@confindustria.vr.it